LOGO DRONET
 Home | Chi siamo | Convegni | News & Comunicazioni | Pubblicazioni  Video Gallery   
informazioni perinformazioni per operatori delle tossicodipendenze
mail to   feed rss

NOTIZIE E COMUNICAZIONI - Approfondimento notizia
 
12-04-2013
Verona, al via oggi una tavola rotonda dell’ULSS 20 per promuovere l’educazione alla salute nelle scuole.
Fonte:
invia articolo


L’uso di sostanze stupefacenti e l’abuso di alcol sono comportamenti ad alto rischio per la salute fisica e mentale dei giovani, poiché le loro strutture cerebrali sono ancora in fase di maturazione ed estremamente sensibili agli stimoli chimici che possono ricevere. Per alcuni, tale uso può svilupparsi in una dipendenza con gravi conseguenze per se stessi, per la sua famiglia e per la società. Risulta importante, quindi, promuovere una vera e propria cultura della salute in grado di coinvolgere in prima persona i genitori e gli insegnanti che svolgono un ruolo essenziale nell’educazione dei giovani”. Queste le parole di Giovanni Serpelloni, Capo del Dipartimento delle Politiche Antidroga, Presidenza del Consiglio dei Ministri, rispetto alla necessità di promuovere e realizzare attività finalizzate alla prevenzione rivolte ai giovani.
La tavola rotonda sul tema "Educare alla salute tra scuola e famiglia per la prevenzione dell’uso di droghe e dell’abuso di alcol” che si tiene oggi presso la Sala Convegni del Palazzo della Gran Guardia ha lo scopo di promuovere la salute dei giovani attraverso la realizzazione di interventi per la prevenzione dell’uso di sostanze stupefacenti e dell’abuso alcolico nelle scuole, promuovere l’attività di riconoscimento e l’identificazione sempre più precoce, negli studenti, di stati di vulnerabilità predittivi di un aumentato rischio di uso di sostanze.
A supporto di ciò, all’interno delle scuole veronesi è stato creato il Centro di Informazione e Consulenza (C.I.C.), per la prevenzione dell’uso di sostanze stupefacenti e dello sviluppo di tossicodipendenza, così come previsto dalla normativa sulla droga (DPR 309/90). Questo servizio – spiega il Dott. Maurizio Gomma del Dipartimento delle Dipendenze – è prioritariamente finalizzato ad identificare precocemente le situazioni individuali di vulnerabilità negli studenti, attraverso colloqui e supporto ai genitori, interventi mirati alla consapevolizzazione, al counseling e al supporto educativo presso le strutture sanitarie pubbliche. Il servizio C.I.C. prende in considerazione anche problemi di altra natura che adolescenti e giovani possono avere (disturbi dell’alimentazione, bullismo, violenza, abusi, ecc.) indirizzandoli, eventualmente, ai servizi socio-sanitari territoriali competenti, con orientamento e supporto attivo della famiglia.

Riportiamo a tal proposito il Protocollo di intesa “Prevenzione dell’uso di droghe e dell’abuso di alcol” siglato fra il Dipartimento Politiche Antidroga e il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca e finalizzato alla promozione e realizzazione di attività di prevenzione rispetto al consumo di sostanza stupefacenti, l’abuso alcolico e il gioco d’azzardo patologico fra gli studenti.


Redattore: Staff Dronet
Indirizzo: www.dronet.org
Email: info@dronet.org
 

Torna indietro

Primo Piano

 

Vocabolari
VOCABOLARI

- Alcohol and drug terms - WHO
- Terminology & information - UNODC

 


Oggi i giornali parlano di droga





Home | FAQ's | Site Map | Credits | Help | Informativa sull'utiizzo dei cookie | RSS feed rss
N N D Network Nazionale sulle Dipendenze
In collaborazione con: AKADEMEIA Accademia Europea Studi e Ricerche in Medicina Preventiva e Comunitaria