LOGO DRONET
 Home | Chi siamo | Convegni | News & Comunicazioni | Pubblicazioni  Video Gallery   
informazioni perinformazioni per operatori delle tossicodipendenze
mail to   feed rss

1 ] [ 2 ] [ 3 ] [ 4 ] [ 5 ] [ 6 ] [ 7 ] [ 8 ] [ 9 ] [ 10 ]   successive 10 pagine  ultime 10 pagine

Redazione a cura dello Staff DRONET.

risultati: 326 - pag. 6 di 33
 

Verona, lotta alle smart drugs

fonte: Staff Dronet

02-08-2010
Grande soddisfazione è stata espressa dal capo del Dipartimento Politiche Antidroga Giovanni Serpelloni al Questore di Verona e ai suoi uomini durante la conferenza stampa che si è tenuta questa mattina presso la questura di Verona. Una brillante operazione eseguita dalla Squadra Mobile ha permesso la chiusura di uno smart drug a Villafranca dove venivano venduti come "incensi" prodotti che, in realtà, contenevano cannabinoidi sintetici in grado di provocare effetti analoghi a quelli degli stupefacenti del tipo hashish e marijuana.
Una lotta, quella alla droga, che a Verona si combatte su più fronti e che vede l’azione coesa e sinergica di Istituzioni ed Enti. Infatti, grazie all'attività svolta dal centro operativo nazionale del Sistema di Allerta del DPA, che ha sede presso il Dipartimento delle Dipendenze Ulss 20 di Verona, in soli tre mesi sono state individuate tre molecole tossiche (JWH-018, JWH-073 e mefedrone) contenute in smart drugs. Tali sostanze, vendute liberamente in internet e negli smart shop, hanno provocato in Italia già sei casi di intossicazione acuta, cinque dei quali in Veneto.
Il DPA grazie alle segnalazioni ricevute, non da ultima quella in luglio dei poliziotti della Squadra Mobile di Verona che ha permesso all’Istituto di Medicina Legale della stessa città di mettere in relazione le sostanze pervenute, ha inoltrato in tempi record la richiesta di inserimento delle 3 molecole individuate dal Sistema di Allerta, nella Tabella del Testo unico sulle Tossicodipendenze (D.P.R. 309/90).Il Ministro della Salute ha accolto la richiesta firmando il decreto legge con cui si determina di fatto l'inserimento delle 3 molecole in Tabella I. Il tutto in soli 3 mesi: in precedenza, invece, i tempi per l'inserimento erano di circa 2 anni.

Allegati: filmato video (senza audio) dello smart shop di Villafranca


Staff Dronet

CATEGORIA: Regionali/Provinciali TIPO: Comunicato Stampa invia articolo
 

Giornata mondiale senza tabacco: smettere di fumare è possibile

fonte: Dipartimento Dipendenze ULSS 20

31-05-2010
Che il fumo faccia male è ormai cosa nota. È lui a provocare molte malattie invalidanti e mortali. Ma lo sapevate che il fumo è anche la causa del 90% dei tumori ai polmoni, mentre l'inquinamento ne è responsabile “solo” per l'1-2% dei casi?
E ancora: sapevate che il tabagismo, negli anni, “dona” alla pelle un malsano colorito grigiastrio, fa lievitare i cuscinetti di cellulite nelle donne ed è tra i responsabili della calvizia precoce negli uomini? Ecco altri buoni motivi per smettere di fumare. Lo ribadiscono forte e chiaro tutti gli esperti del globo celebrando, lunedì 31 maggio, la Mondiale Senza Tabacco.
A Verona, il Dipartimento Dipendenze - Unità No Smoking dell’Ulss 20, in collaborazione con l’Associazione “Insieme per non fumare” e l’Associazione “Il Corallo”, sarà presente in piazza Bra con i propri operatori, per sensibilizzare i veronesi sulle conseguenze dannose del fumo di tabacco e sulle possibilità messe a disposizione dei fumatori per aiutarli a smettere.
Nell’Unità Mobile verrà distribuito materiale informativo e le persone avranno la possibilità di autovalutare il proprio grado di dipendenza dalle sigarette e di ricevere informazioni sulle possibilità di smettere di fumare, sia attraverso l’Ambulatorio Antifumo sia attraverso la partecipazione ai Trattamenti Intensivi di Gruppo che verranno realizzati nei prossimi mesi. Inoltre, gli operatori dell’Unità Operativa No Smoking effettueranno la misurazione gratuita dell’ossido di carbonio nel respiro per valutare il livello di intossicazione.

Documenti: Comunicato Stampa, Tabacco e Venere, Tabacco e inquinamento, Tabacco e ambiente.

Staff Dronet

CATEGORIA: Regionali/Provinciali TIPO: Notizia/informazione invia articolo
 

Liberi dal tabacco, nuovo corso per smettere di fumare

fonte: Unità Operativa Tabagismo

17-05-2010
L'Unità Operativa Tabagismo del Dipartimento Dipendenze ULSS 20 organizza il 2° Trattamento Intensivo di Gruppo per Smettere di Fumare, presso l'Ospedale "G. Fracastoro" di San Bonifacio.
L'iniziativa si articolerà in 8 incontri, dalle ore 20.30 alle ore 22.30, previsti nelle seguenti date: 26 - 27 - 28 - 31 maggio, 3 - 8 - 10 - 15 giugno. Durante gli incontri le persone verranno aiutate, partendo dalla propria motivazione, a utilizzare le proprie risorse personali e quelle del gruppo per modificare le abitudini associate al fumo, prendendo consapevolezza dei meccanismi della dipendenza fisica e psicologica ed elaborando ognuno le proprie strategie per superare le difficoltà legate all'astinenza. Verranno inoltre forniti dei suggerimenti sulla dieta da seguire per ridurre il rischio di ingrassare. La quota di iscrizione è di 50 euro.
Per iscriversi si può telefonare ai seguenti numeri: 045 6138750 - 6138740.

Allegati:locandina

Staff Dronet

CATEGORIA: Regionali/Provinciali TIPO: Corso di formazione invia articolo
 

L'alcol, un nemico da conoscere e combattere

fonte: Dipartimento Dipendenze Ulss 20

30-04-2010
Aprile è il mese della lotta contro l'alcol ed esperti e autorità fanno il punto della situazione a livello locale, regionale e nazionale nella tavola rotonda organizzata dal Dipartimento delle Dipendenze dell'Ulss 20 di Verona. L’incontro svoltosi questa mattina presso la sala polifunzionale dell’Ospedale di Marzana, dove si trova il centro di Alcologia diretto dal dottor Gian Paolo Brunetto, ha affrontato con un approccio multidimensionale.
Culturalmente accettato, spesso osannato e considerato risorsa anziché pericolosa sostanza psicoattiva quale è, l'alcol rappresenta di fatto un problema per un numero di persone sempre più elevato. Secondo uno studio internazionale, l'alcol sarà la terza causa di disabilità, mortalità e morbilità nei prossimi anni in Italia (Lancet, 2009). Ad oggi, a livello nazionale, i decessi causati dall'alcol sono ben 24.000 l'anno e la spesa per malattia e disabilità alcolcorrelate equivale al 3 per cento del PIL. L'abuso di bevande alcoliche è la causa del 25% della mortalità giovanile dei ragazzi e del 10% di quella delle ragazze. Inoltre, in Italia la mortalità per incidente stradale correlata al consumo di alcol viene stimata tra il 30% e il 50% del totale degli incidenti.
A livello locale, secondo gli ultimi dati ufficiali del Report 2009 della Regione Veneto, la situazione è ancora più sconfortante. Le persone alcol-dipendenti seguite dai Servizi di Alcologia delle Ulss 20, 21, 22 sono state 1.744. Verona rappresenta la terza città, dopo Treviso e Padova, per numero di utenti in carico. E a preoccupare non è solo la quantità delle persone, sia uomini che donne, che hanno con l'alcol un rapporto problematico ma anche l'età dei consumatori che negli ultimi anni si è abbassata in modo esponenziale e ad oggi è di circa 11 anni.

Allegati: comunicato stampa

Staff Dronet

CATEGORIA: Regionali/Provinciali TIPO: Comunicato Stampa invia articolo
 

Vicenza: Meno alcol, più gusto riparte la campagna di prevenzione alcologica

fonte: ULSS 6 Vicenza

09-04-2010
Dopo l’ottimo risultato dell’edizione 2009, torna ad APRILE 2010 la campagna “meno alcol PIÙ GUSTO” , campagna di prevenzione alcologica promossa dall’ULSS 6 di Vicenza.
Si tratta di un progetto di "prevenzione universale", cioè rivolto a tutta la popolazione, che vuole comunicare un messaggio di moderazione e consapevolezza nell’uso di alcolici, nonché promuovere stili di consumo “alternativi” che privilegino drink e cocktail analcolici.
Anche l’edizione 2010 vede come protagonista il progetto “..o bevi A: bevi semplice, bevi Analcolico!”, quale occasione di socialità in cui creare e assaggiare gustosi drink di frutta. In particolare, grazie alla collaborazione delle Scuole Alberghiere della Provincia di Vicenza, si amplia ulteriormente l’offerta analcolica: 32 ricette, ideate e realizzate degli studenti, scaricabili dal sito internet di meno alcol PIU’ GUSTO.
La grossa novità 2010 è il progetto: Giochiamo il Jolly “Vera Festa con la Testa !”. E’ la carta Jolly (“alternativa”) che meno alcol PIU’ GUSTO propone a tutte quelle feste che, pur prevedendo la somministrazione di alcolici, desiderano offrire un momento di divertimento senza dimenticarsi della salute delle persone, in particolar modo dei giovani e della prevenzione degli incidenti stradali. Ecco quindi la Carta con DIECI semplici IDEE da seguire per la buona riuscita di una Vera Festa con la Testa ! In tal senso, sono già due le Amministrazioni Comunali del territorio dell’Ulss 6 (Dueville e Longare) che hanno adottato il progetto, ottenendo l’adesione da parte di tutte le feste paesane che si svolgono nel loro territorio. Il progetto è inoltre presente sui principali social network (Facebook, My-Space, Twitter e You-Tube).
Infine, prosegue l’attenzione della campagna su “GUIDA e ALCOL”, che, per l’edizione 2010, ha portato all’ideazione di due nuove comunicazioni grafiche: “Il tuo pieno si ferma a 0,5 g/l” e “Guida e alcol: le sanzioni previste dal Codice della strada”. Continua anche la sinergia con il Progetto “Diamo strada alla sicurezza” della Provincia di Vicenza ed il progetto “Scimmia al volante, pericolo costante” del Coordinamento Feste Rock di Vicenza in collaborazione con il Comune di Vicenza.


Staff Dronet

CATEGORIA: Regionali/Provinciali TIPO: Prevenzione invia articolo
 

Le dipendenze. Corso di formazione permanente per insegnanti, educatori e genitori

fonte: Piano Formazione Tossicodipendenze

06-04-2010
Riprendono gli incontri previsti nell’ambito delle attività di prevenzione proposte dal Dipartimento delle Dipendenze dell’Azienda ULSS 20 di Verona, giunti quest’anno all’ottava edizione. Sei incontri, tra aprile e maggio, dove si affronteranno e approfondiranno temi e tendenze che hanno acquisito particolare importanza nel corso del tempo
Le rilevazioni epidemiologiche e l’esperienza clinica dimostrano, infatti, che si è abbassata l’età di primo contatto con le sostanze stupefacenti mettendo in evidenza come vi sia, da parte degli adolescenti, un precoce e pericoloso approccio all’alcol, ai cannabinoidi e all’eroina che è tornata a coinvolgere proprio i più giovani, anche se con modalità di assunzione diverse rispetto al passato. Aumenta inoltre diffusione di sostanze psicostimolanti sia fra la popolazione generale che fra gli studenti.
L’uso di sostanze psicoattive, in particolare nella fase adolescenziale, rischia di compromettere seriamente il normale sviluppo cerebrale, come hanno documentato numerose ricerche di neuroimaging.
Diventa quindi importante sensibilizzare non solo i giovani in quanto soggetti più a rischio ma, e forse soprattutto, il mondo degli adulti significativi, come lo sono i genitori, gli insegnanti, gli operatori dei servizi, gli animatori dell’associazionismo sociale che per la loro specificità educativa possono interagire con competenza e influire sulle conoscenze e gli stili di vita di giovani adolescenti.

Programma

Staff Dronet

CATEGORIA: Regionali/Provinciali TIPO: Corso di formazione invia articolo
 

Verona: workshop 13-14 aprile. Information e Communication Technology per i sistemi delle dipendenze

fonte: Pft

10-03-2010
Utilità della tecnologia informatica nella gestione degli interventi contro la droga e del decision-making.
Dopo 10 anni di sperimentazione e lavoro con vari sistemi informatici all’interno dei Dipartimenti delle Dipendenze e dopo il forte sviluppo della nuova tecnologia web che ha introdotto importanti cambiamenti anche nella modalità di programmazione e realizzazione dei software specialistici, diventa necessario fornire la conoscenza specifica di tali tecnologie agli operatori affinchè possano acquisire competenze per utilizzarle nel loro lavoro per la gestione dei pazienti e degli interventi contro la droga. Utile quindi fare il punto su come migliorare i sistemi a supporto delle attività cliniche e del decision-making nell’ambito dell’addiction.
L’intenzione di questo momento formativo è quello di fornire agli operatori del settore gli strumenti per utilizzare tali tecnologie e sensibilizzarli verso l’utilità che queste possono avere per il loro lavoro. Sarà questo lo spazio opportuno, quindi, per indicare consigli e fare proposte finalizzate al miglioramento della fruibilità e dell’impiego di queste tecnologie. Al fine di acquisire in maniera più diretta tali competenze e a dimostrazione dell’utilità che queste possono avere, sono state organizzate delle sessioni pratiche a numero ristretto, al fine di coinvolgere ciascuno dei partecipanti in maniera diretta e interattiva.
Il workshop si terrà il 13-14 aprile presso il Dipartimento delle Dipendenze di Verona, nella sede di Via Germania 20. L'iscrizione è obbligatoria e gratuita. All'evento sono stati inoltre riconosciuti 8 crediti formativi ECM.

Allegati: Programma e scheda iscrizione


Staff Dronet

CATEGORIA: Regionali/Provinciali TIPO: Corso di formazione invia articolo
 

Presentazione del Rapporto epidemiologico su droga e alcol in Veneto

fonte: Dipartimento Dipendenze ULSS 20 Verona

25-02-2010
Venerdì 26 febbraio l’Assessorato Regionale alle Politiche Sociali, di concerto con la Direzione Servizi Sociali ed il Servizio Prevenzione delle Devianze della Regione Veneto, alle ore 10,30 organizza una conferenza stampa presso il Dipartimento Dipendenze dell’Ulss 20, in via Germania 20 Verona, per la presentazione del Rapporto epidemiologico 2009 sul consumo di droga e di alcol in Veneto.
Nel corso della conferenza stampa verranno illustrati e commentati i dati più significativi del report, su base dati 2008, che indicano un netto incremento sia dei tossicodipendenti che delle persone che hanno un uso problematico di alcol, in carico presso i 21 Dipartimenti della Regione Veneto. I numeri saranno riferiti alla situazione regionale ma saranno disponibili anche su base provinciale, Verona inclusa.
“L’aumento esponenziale delle persone in cura, se da una parte preoccupa perché è segno di un aumento della diffusione del fenomeno, dall’altra ci permette di capire come la risposta generale del sistema delle dipendenze regionale ci sia, anche se con il fiato corto, e permetta di dare risposte terapeutiche e preventive ad un grave problema che sempre più investe giovanissime generazioni”, commenta il dottor Maurizio Gomma del Dipartimento delle Dipendenze.
Presenzieranno alla conferenza stampa il Direttore Sanitario dell’Azienda Ulss 20, Massimo Brugnettini, il Dirigente Direzione Servizi Sociali, Michele Maglio, Michela Frezza del Servizio Prevenzione delle Devianze, il Capo Dipartimento Politiche Antidroga Giovanni Serpelloni, Maurizio Gomma del Dipartimento delle Dipendenze Ulss 20 di Verona.

Materiali: slides dati, Rapporto epidemiologico

Staff Dronet

CATEGORIA: Regionali/Provinciali TIPO: Comunicato Stampa invia articolo
 

Nuovo corso per smettere di fumare

fonte: Unità Operativa Tabagismo Dipartimento Dipendenze ULSS 20

11-02-2010
L'Unità Operativa Tabagismo del Dipartimento Dipendenze ULSS 20, in collaborazione con il Liceo Scientifico "A. Messedaglia" di Verona, organizza il 1° Trattamento Intensivo di Gruppo per Smettere di Fumare dell'anno 2010 presso il liceo Scientifico "A. Messedaglia" in Via Bertoni 3b a Verona.
L'iniziativa si articolerà in 8 incontri, nelle seguenti date: 3 - 4 - 5 - 8 - 11 - 16 - 18 - 23 marzo, dalle ore 17.30 alle ore 19.00. Durante gli incontri le persone verranno aiutate, partendo dalla propria motivazione, a utilizzare le proprie risorse personali e quelle del gruppo per modificare le abitudini associate al fumo, prendendo consapevolezza dei meccanismi della dipendenza fisica e psicologica ed elaborando ognuno le proprie strategie per superare le difficoltà legate all'astinenza. Verranno inoltre forniti dei suggerimenti sulla dieta da seguire per ridurre il rischio di ingrassare.
La quota di iscrizione è di 50 euro. Per iscriversi si può telefonare ai seguenti numeri: 045 6138750 - 6138740.
Scarica locandina


Staff Dronet

CATEGORIA: Regionali/Provinciali TIPO: Corso di formazione invia articolo
 

Dream On Show 2009

fonte: Dream On - for a future without drugs

11-12-2009
Il giorno 13 dicembre p.v. alle ore 16.30, presso il Teatro Nuovo di Verona, si terrà la 5° edizione della manifestazione Dream On, for a future without drugs.
Il progetto nasce da un’idea del Capo del Dipartimento Politiche Antidroga della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Giovanni Serpelloni e del Direttore Generale dell’Area Tecnico Scientifica dello stesso Dipartimento, Elisabetta Simeoni. L’evento è patrocinato dall’Assessorato alle Politiche Sociali della Regione Veneto.
Dream on è uno spettacolo di danza che dimostra come si possano vivere emozioni e sentimenti di forte entusiasmo senza l’uso di droghe. E’ animato da giovani per esortarli ad esprimersi pienamente nelle attività artistico-creative ed è la prova che l’arte, la cultura, la creatività, sono un antidoto efficace contro la droga e che, soprattutto attraverso tutte le arti, si possano raggiungere "stati stupefacenti" non alienanti, sicuramente virtuosi e costruttivi, restando fortemente ancorati alla realtà quotidiana e al buonsenso, creando forti entusiasmi ed emozioni in grado di motivare i giovani a vivere a pieno le loro potenzialità espressive.
Madrina dello spettacolo sarà Katya Ricciarelli. L'incasso sarà devoluto a sostegno dei programmi di prevenzione contro le droghe.


Staff Dronet

CATEGORIA: Regionali/Provinciali TIPO: Notizia/informazione invia articolo
 

 
Vai alle categorie delle news1 ] [ 2 ] [ 3 ] [ 4 ] [ 5 ] [ 6 ] [ 7 ] [ 8 ] [ 9 ] [ 10 ]   successive 10 pagine  ultime 10 pagine
Primo Piano

 

Vocabolari
VOCABOLARI

- Alcohol and drug terms - WHO
- Terminology & information - UNODC

 


Oggi i giornali parlano di droga





Home | FAQ's | Site Map | Credits | Help | Informativa sull'utiizzo dei cookie | RSS feed rss
N N D Network Nazionale sulle Dipendenze
In collaborazione con: AKADEMEIA Accademia Europea Studi e Ricerche in Medicina Preventiva e Comunitaria